PAESI VISITATI

È poco chic vantarsi delle proprie "conquiste" e un viaggiatore alla domanda "In quanti paesi sei stato?" dovrebbe rispondere solamente "molti" ma se proprio ci tenete a saperlo, questo è l'elenco aggiornato dei paesi ONU in cui sono stato.

L'elenco non tiene conto degli stati non riconosciuti dall'ONU*, fra i quali ho visitato i seguenti:

- il Nagorno-Karabakh (o Artsakh), non riconosciuto da nessuno stato ONU. Poiché l'ONU lo considera territorio dell'Azerbaijan, considero quest'ultimo come paese visitato;

- la Transnistria, dall'ONU considerato territorio appartenente alla Repubblica Moldova e non riconosciuto da nessuno stato ONU;

- l'Abcasia (o Abkhazia), dall'ONU considerato territorio appartenente alla Georgia e riconosciuto da 6 stati appartenenti all'ONU (nel 2018, anno in cui l'ho visitato);

- Kosovo, stato riconosciuto da 111 paesi ma non dall'ONU che lo considera parte della Serbia.

Qui trovate la mappa dei paesi ONU visitati.

(*) Quando nel 2014 cominciai il mio progetto di visitare quelli che chiamavo i "5 paesi più sfigati del mondo", gli stati non riconosciuti da nessun paese aderente all'ONU erano: Nagorno-Karabakh/Artsakh, Transnistria, Abkhazia, Ossezia del Sud e Somaliland. Da allora le cose sono un po' cambiate: La Russia e un pugno di suoi stati-satelliti hanno riconosciuto l'Abkhazia e l'Ossezia del Sud e nell'elenco dei territori de facto indipendenti si sono aggiunti la Repubblica Popolare di Donetsk (ex-territorio ucraino), la Repubblica Popolare di Luhansk (ex-territorio ucraino) e la Repubblica di Crimea (ex-territorio ucraino annesso dalla Russia nel 2014). Altri paesi a "riconoscimento limitato" sono la Repubblica turca di Cipro Nord (riconosciuta solo dalla Turchia),  la Repubblica Araba Democratica di Sahrawi (o Sahara Occidentale, riconosciuta inizialmente da 85 paesi ONU poi diventati 43) e il Kosovo (98 paesi ONU). Altri stati sono riconosciuti quasi universalmente ma non da tutti, fra questi la Repubblica Popolare della Cina e la Repubblica della Cina (nell'isola di Taiwan) che non si riconoscono a vicenda, Israele (non riconosciuto da 31 paesi ONU), la Palestina (riconosciuta da 138 dei 193 aderenti all'ONU), la Corea del Sud e la Corea del Nord (che non si riconoscono a vicenda), l'Armenia (non riconosciuta dal Pakistan) e la Repubblica di Cipro (non riconosciuta dalla Turchia). Caso a sé stante il Vaticano, col quale molti paesi (183 paesi ONU) hanno relazioni pur non considerandolo uno stato in senso stretto.

TERRITORI VISITATI

Le cartine personalizzabili con il numero delle nazioni visitate che si trovano sul web, anche se contribuiscono ad accrescere l'autostima, non sono il massimo dell'obiettività: basta essere stati a New York o a Parigi per vedersi riconosciuto di aver visitato un intero paese. Per questo preferisco la ben più realistica mappa usata dal sito Most Traveled People che le nazioni più vaste (Stati Uniti, Canada, Russia, Cina, India, Australia, Brasile...) e quelle più turistiche/visitate (Italia, Francia, Spagna, Germania, Gran Bretagna...) le suddivide per stato o regione. Ne risultano in totale 891 territori e, compilando l'elenco proposto dal sito indicato, se ne ricava un elenco decisamente più realistico di quanta parte di mondo si è veramente visitato. Il sito propone anche la possibilità di indicare i siti patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, le spiagge, i campi di golf, le località subacquee e i ristoranti Michelin con 2 e 3 stelle: io mi limito a elencare i primi, gli altri sono luoghi per i quali non ho mai avuto un particolare interesse.

Questo è l'elenco dei territori da me visitati e qui la mappa dei territori visitati.

SITI UNESCO VISITATI

ome per le classifiche sopra menzionate, anche per questa mi avvalgo del solito sito. Qui, a differenza degli altri due elenchi, bisogna stare attenti anche alle nuove immissioni di siti nell'elenco ed, eventualmente, andare a correggere aggiungendo siti visitati che non ne facevano parte all'epoca della visita.

Questo è l'elenco dei siti UNESCO da me visitati.

.

Copyright Roberto Cornacchia 2007-2020