Copyright Roberto Cornacchia 2007-2019

VIAGGI IN PREPARAZIONE

 

 

Mi piace mettere per iscritto i miei progetti di viaggio, anche quando sono ancora in fase embrionale: mi sembra quasi di dargli consistenza e, in pratica, di facilitarne la realizzazione.

A volte capita che cerchi compagni di viaggio, soprattutto per quelle destinazioni logisticamente impegnative che richiedono guide e trasferimenti personalizzati il cui costo, se non condiviso con altri viaggiatori, sarebbe troppo alto, almeno per le mie tasche. È una formula che ho già attuato in passato, non solo rivolgendomi ad amici o persone conosciute ma anche a perfetti sconosciuti contattati sul web. Mai avuto brutte sorprese, anzi ho sempre conosciuto gente interessante e quasi sempre ne è nata un'amicizia che si mantiene viva nonostante le distanze. Non è un caso: se si condivide lo stesso approccio al viaggio, è facile che vi sia molto in comune.

Se ti interessa sapere dove vado per eventualmente unirti a me, tieni monitorata questa pagina oppure lasciami la tua mail per ricevere la mia newsletter (che invio molto di rado).

NB: Non sono un tour operator e nemmeno un accompagnatore pagato e/o spesato. Quelli che seguono sono viaggi che organizzo perché voglio farli io per primo e se cerco compagni di viaggio è principalmente perché nei viaggi in cui mi servo di autisti, guide e mezzi a disposizione, in piccoli gruppi si spende meno che a viaggiare in solitaria. Pertanto pago tutte le spese come i miei compagni di viaggio e non ho gratuità, cosa che significa anche che non sono la chioccia di nessuno.

VIAGGI DEFINITI

destinazione segreta: 26 dicembre 2019 - 6 gennaio 2020

Viaggio sconosciuto a uno dei due viaggiatori...

 

Non cerco compagni di viaggio.

CINA: 16 aprile - 2 maggio 2020

L'agenzia viaggi Pianeta Gaia di Torino, con la quale collaboro da anni per la gestione del blog, sapendomi appassionato e ormai buon conoscitore della Cina, mi ha chiesto di studiare un itinerario in questo gigantesco paese e, con mia sorpresa, di accompagnarlo. Quindi, per la prima volta, in questa pagina propongo un "viaggio di agenzia" in tutto e per tutto, con tutti gli annessi connessi di questo tipo di viaggio (sostanzialmente maggiori garanzie, alberghi di livello verificato ma anche un programma rigidamente definito con un corrispondente locale che non potrà essere modificato in corsa d'opera come invece posso permettermi di fare quando viaggio in autonomia). Le tappe previste sono: Hong Kong - Guilin, Yangshuo e il paesaggio carsico del Fiume Li - Risaie terrazzate di Longji/Longhsheng - Fenghuang - Wulingyuan - Monte Tianmen - Pechino città e la Grande Muraglia Cinese.

 

Questo è il link al viaggio, se volete potete contattare l'agenzia direttamente.

aNGOLA: 12 - 26 giugno 2020

Paese davvero poco visitato a causa del micidiale mix costituito dai postumi di una guerra civile durata più di vent'anni, un costo della vita stratosferico e le procedure di rilascio del visto più antipatiche che conosca (è di pochi mesi l'istituzione del visto on-line, che rimane di non facilissimo ottenimento ma già meno complesso di prima). Ma è proprio in posti così tagliati fuori dalle rotte del turismo che l'occidentalizzazione tarda a distruggere gli stili di vita tradizionali. Nel sud del paese ci sono popolazioni incredibili rimaste ferme nel tempo. Il costo del viaggio è sicuramente superiore alla media ma la soluzione che sono riuscito a trovare è la più economica oggi possibile, peraltro con la guida locale più capace e alla quale si rivolge la maggioranza dei t.o. occidentali che hanno l'Angola nel proprio carnet. Il viaggio, della durata di 15 giorni, prevede due voli interni, qualche visita di tipo generico ma soprattutto si concentra sulle popolazioni locali: ne verranno visitate una decina circa, alcune veramente poco conosciute. Per poter raggiungere le popolazioni più remote, sono previste almeno 5 notti (non consecutive) in accampamento, in tenda singola.

Il viaggio è già stato definito nei dettagli, ho già trovato i quattro compagni di viaggio che cercavo per riempire due jeep.

PAMIR HIGHWAY E CORRIDOIO DEL WAKHAN: SECONDA META' DI AGOSTO 2020

Un viaggio che unisce una destinazione classica (la Pamir Highway, la seconda strada più alta del mondo che attraversa paesaggi lunari circondati da alcune delle montagne più alte del pianeta - questo viaggio si concentra sulla parte all'interno del Tagikistan) a un'altra decisamente poco battuta, il Corridoio del Wakhan che, per chi non lo sapesse, è in Afghanistan. Sgombro subito il campo da dubbi: in questa remota regione, da sempre fuori dalle tensioni politiche del resto del paese, non ci sono Talebani e neanche i problemi di sicurezza tipiche di altre regioni afghane. Ogni anno, circa un centinaio di viaggiatori visitano questa regione (e ne escono regolarmente sani e salvi), cosa che la rende una delle zone meno visitate del mondo e quindi un autentico viaggio nel tempo, in mezzo alle popolazioni di ceppo Wakhi e Kyrgyzo.

Il viaggio è già stato definito nei dettagli con una guida locale, siamo già in due, cerco 1 o 2 compagni di viaggio.

VIAGGI IN VIA DI DEFINIZIONE

Ho cominciato a verificare la fattibilità dei seguenti viaggi ma non tutti i dettagli (periodo di svolgimento, numero di eventuali compagni di viaggio cercati, ecc.) sono stati determinati. Se sei interessato a unirti, tieni monitorata questa sezione.

SUD SUDAN - periodo da stabilire

Altro posto che esce da un recente conflitto e, proprio per questo, particolarmente costoso perché, fino a poco fa, gli unici occidentali che venivano da queste parti appartenevano a ONG, che pagano cifre fuori dal mondo per qualsiasi cosa ma hanno anche delle sovvenzioni che glie lo consentono. Popolazioni stupende, praticamente vergini al turismo, probabilmente il top in assoluto in ambito tribale che si possa trovare sul globo ad oggi. Ho già il contatto giusto, non mi rimane che mettere da parte i tanti soldi necessari. Ci sarebbe anche un'opportunità meno costosa (ma anche "meno tribale", un difetto non piccolo ai miei occhi) che prevede di stare in Sud Sudan appena 7 giorni, alla quale si potrebbe aggiungere un prolungamento nella vicina e sempre affascinante Etiopia oppure presso i remoti e affascinanti siti archeologici del Sudan .

west africa - periodo da stabilire

Viaggio che vorrei fare con un misto di mezzi pubblici (contrariamente a quanto si potrebbe pensare, è zona piuttosto tranquilla dove anche diverse viaggiatrici solitarie si muovono senza problemi) e mezzi a disposizione, questi ultimi indispensabili per raggiungere in tempi non biblici i luoghi più remoti. I paesi interessati sono Ghana, Togo, Benin e Burkina Faso. Il Ghana offre importanti testimonianze del passato coloniale e della tratta degli schiavi ma anche spettacolari eventi e una vivace cultura autoctona; il Benin è la capitale del voodoo e ospita lo stupendo villaggio su palafitte di GanvIè; il nord dei primi tre paesi e il sud del Burkina Faso sono disseminati di villaggi dalla stupenda architettura tradizionale come quelli dei Gurunsi, Tamberna e Somba. Il recente (maggio 2019) rapimento di due turisti francesi in un parco del Burkina Faso, non lontano dal confine col Benin (sono zone in cui problemi di terrorismo jihadista non si erano mai manifestati prima) mi fa mettere questo viaggio in sospeso.

​Amazzonia (Brasile) - periodo da stabilire

Se mi sono innamorato dell'Amazzonia è per colpa di un viaggio precedente nella zona cosiddetta delle Tres Fronteras. Documentandomi sugli indios di quell'area ho finito inevitabilmente per trovare informazioni anche su quelli che popolano altre aree del grande polmone verde del pianeta. In particolare il bacino del fiume Xingu, un affluente da sud del Rio delle Amazzoni, offre la possibilità di visitare alcuni delle popolazioni più interessanti della Terra ma è molto difficile incontrarli perché è necessaria l'autorizzazione del FUNAI, l'ente governativo che regolamenta il contatto con le popolazioni indigene dell'Amazzonia, e i più affascinanti sono proprio quelli che non danno il permesso. Ma un modo legale per incontrarli c'è e ci sto lavorando, il problema è che - per questioni logistiche (voli charter e spostamenti personalizzati in aree veramente remote) - i costi non sono bassi.

Bulgaria - periodo da stabilire

Paese non certo in cima alla lista dei posti più visitati, offre qualche sito interessante ma soprattutto la possibilità di imbattersi in tradizioni ancora vive, anche se ai più sconosciute e difficili da incontrare perché ormai riscontrabili solo nelle zone più remote. Per questo l'itinerario va preparato con attenzione e svolto nei periodi più adatti, che non sono quelli col clima migliore.

Basket USA (Stati Uniti) - periodo da stabilire (tra novembre e febbraio)

Come ogni appassionato sa bene, gli Stati Uniti sono la terra in cui il basket è nato, dove da sempre prospera e che fornisce i più grandi campioni di questa disciplina. Negli Stati Uniti ci sono già stato un paio di volte e quello che voglio compiere ora vuole toccare le località dove si è scritta - e si scrive tutt'ora - la storia di questo sport: Springfield, dove venne inventato il Gioco e che ospita la Hall of Fame, in North Carolina per assaporare da vicino le grandi rivalità del campionato universitario, nell'Indiana dove il basket è una religione, per poi completare l'opera assistendo a qualche partita, magari non solo del campionato NBA. Viaggi all'insegna del basket ne ho già compiuti in passato e questo filo conduttore si è sempre dimostrato generatore di situazioni interessanti ma è chiaro che è roba da appassionati.